Soffocare Chuck Palahniuk

Soffocare di Chuck Palahniuck, Autore di culto, dal suo primo romanzo è stato tratto il film Fight Club. Il protagonista, studente fallito, lavora come comparsa in un museo vivente. Per pagare le spese cliniche della madre usa l’espediente di soffocare nei ristoranti per farsi salvare, creando un legame al contrario in cui il salvatore diventa debitore. Autore estremo, con un linguaggio crudo e diretto, frammisto di citazioni scientifiche, Palahniuck mostra aspetti della nostra società sotto una luce diversa, ci pone davanti ad un’altra faccia della medaglia, forse la terza. Un nuovo punto di vista, che magari non cogliamo subito. Scrittura scorrevole e priva di rallentamenti, usa spesso una voce fuori campo e numerosi spunti di riflessione. “L’irreale è più potente del reale. Perché la realtà non arriva mai al grado di perfezione cui può spingersi l’immaginazione. Perché soltanto ciò che è intangibile, le idee, i concetti, le convinzioni, le fantasie, dura. Le pietre si sgretolano. Il legno marcisce. La gente, be’… la gente muore. Ma le cose fragili, come un pensiero, un sogno, una leggenda, durano in eterno.”


Leave a Reply